A che punto del percorso di diagnosi ortodontica sei:

La prima visita ortodontica può essere effettuata a tutte le età e ha lo scopo preciso di comprendere quali motivazioni hanno indotto il paziente, o i suoi genitori, a richiedere una valutazione, stimare le reali problematiche ortodontiche eventualmente presenti e valutare i conseguenti trattamenti necessari per la loro risoluzione.

Le linee guida del Ministero della Salute (“Raccomandazioni cliniche in odontostomatologia”, edizione 2017) consigliano di effettuare la prima visita ortodontica e odontoiatrica a 18 – 24 mesi di età. In ogni caso, si consiglia di effettuarla entro il 4° anno di vita.

Il Dott. Giovanni Bavaresco mentre opera su un apparecchio denti per bambini presso il nostro studio ortodontico in centro a Padova - Centro di Ortodonzia Bavaresco
COME SI SVOLGE LA PRIMA VISITA ORTODONTICA

1. Raccolta anamnestica
Durante la prima visita, l’Ortodontista ascolta attentamente la tua storia clinica e anamnesi. Questo gli consente di:

  • raccogliere tutte le informazioni che riguardano il tuo stato di salute, comprese eventuali patologie non strettamente correlate a problemi ortodontici e/o odontoiatrici;
  • conoscere lo svolgimento dei vari avvenimenti fisiologici o patologici avvenuti durante la tua crescita;
  • capire quali sono le tue abitudini di vita;
  • raccogliere informazioni su eventuali problematiche presenti in famiglia che possano essere ereditarie.

2. Esame obiettivo
Al termine della raccolta anamnestica, l’Ortodontista esegue l’esame obiettivo che comprende:

  • valutazione clinica dello stato occlusale e intraorale;
  • valutazione della muscolatura orale e periorale mediante analisi clinica e palpatoria della muscolatura masticatoria e del viso;
  • valutazione delle articolazioni temporo-mandibolari ed eventuali fattori di rischio articolari preesistenti;
  • test propriocettivi per riscontrare l’eventuale presenza di problematiche posturali, percettive o di altra natura.

3. Colloquio finale
Il colloquio finale con il Paziente (o con i suoi genitori), ha lo scopo di illustrare nel dettaglio le eventuali problematiche riscontrate dall’Ortodontista.
Durante il colloquio, il medico spiega se sia o meno necessario effettuare un trattamento ortodontico oppure, qualora non emergessero problematiche imminenti, se sia sufficiente organizzare delle visite di controllo periodiche, che consentiranno di monitorare la situazione ortodontica nel tempo.

4. Percorso diagnostico
Nel caso in cui dovesse risultare necessario un trattamento ortodontico, l’Ortodontista propone al paziente di effettuare un approfondimento mediante analisi di studio. Tali analisi sono, infatti, necessarie per eseguire una completa e approfondita diagnosi e predisporre un Piano di Trattamento preciso e individualizzato.

Vuoi effettuare una visita ortodontica a Padova?
Compila il form per prenotare un appuntamento presso il nostro studio!